JIMMY PAGE

zoso.jpgJames Patrick Page, (Londra, Inghilterra, 9 gennaio 1944), è considerato uno dei più dotati ed influenti chitarristi nella storia del rock e Hard Rock. Membro fondatore dei Led Zeppelin e prima di questi membro degli Yardbirds, Page è stato altresì uno dei più richiesti chitarristi turnisti di tutta l’Inghilterra a partire già dall’adolescenza.

ANNI DELLA FORMAZIONE

Page nacque nel sobborgo londinese di Heston. Prese in mano la sua prima chitarra all’età di 13 anni e nonostante alcune lezioni private si dedica principalmente allo studio da autodidatta. Egli è influenzato principalmente da musicisti rockabilly quali Scotty Moore e James Burton, che entrambi registravano nei dischi di Elvis, e Johnny Day. I gusti di Page comunque spaziavano anche al folk di artisti come Bert Jansch, John Renbourn ed al blues di Elmore James e B.B. King. All’età di 14 anni Page partecipa al programma TV Search for Stars che era volto alla ricerca di giovani talenti. All’età di 16 anni Page abbandonò la scuola per dedicarsi alla carriera musicale. Dopo una breve collaborazione con il poeta Royston Ellis ed il cantante Red E. Lewis, a Page fu chiesto dal cantante Neil Christian di unirsi alla propria band The Crusaders; Page seguì Christian in tournèe per due anni e successivamente suonò durante le registrazioni dei suoi dischi, includendo il singolo The Road to Love del novembre 1962.

Durante la tournèe con Christian, Page si ammalò gravemente e non poté continuare a spostarsi. Durante la degenza Page decise di accantonare la carriera musicale e di dedicarsi all’altra sua grande passione: la pittura. Si iscrisse al Sutton Art College nella contea di Surrey.

 Carriera da turnista

Mentre era ancora studente, Page continuava spesso a provare ed improvvisare con alcune band quali: Cyril Davis All Stars, Alexis Korner’s Blues Incorporated e con chitarristi come Jeff Beck ed Eric Clapton. Venne notato una sera da John Gibb dei The Silhouettes, che gli chiese di aiutarlo a registrare alcuni singoli per la EMI, tra cui The Worrying Kind. Di lì a poco l’offerta di registrazioni in studio avanzatagli da Mike Leander della Decca Records garantì a Page un lavoro regolare in studio di registrazione. La sua prima registrazione per l’etichetta fu Diamonds, di Jet Harris & Tony Meehan, che arrivò al primo posto nella classifica dei singoli di inizio anno 1963.

Dopo brevi collaborazioni con Carter-Lewis and the Southerners, Mike Hurst’s group, e Mickey Finn and the Blue Men, si dedicò a tempo pieno al lavoro in studio di registrazione. Le tracce da lui registrate sono presenti nei lavori di Marianne Faithfull (As Tears Go By), The Nashville Teens (Tobacco Road), The Rolling Stones (Heart of Stone alternate version), Van Morrison & Them (Baby Please Don’t Go e Here Comes The Night), Dave Berry (The Crying Game e My Baby Left Me), nonché in Is It True di Brenda Lee. Benvoluto dai produttori Shel Talmy, Page contribuì a The Kinks, album di debutto dell’omonima band nel 1964, nonostante diversamente da quanto si possa credere, non suonò nessuno degli assoli di chitarra, e partecipò alla registrazione del primo singolo dei The Who, I Can’t Explain (nonostante le parti da lui suonate siano poi state eliminate durante la rielaborazione finale). Nel 1965, Page venne assunto dal manager dei Rolling Stones Andrew Loog Oldham in qualità di produttore della neonata etichetta Immediate Records, che gli permise di incidere e/o produrre canzoni di John Mayall, Nico, Chris Farlowe ed Eric Clapton. Page ebbe anche una breve collaborazione con Jackie DeShannon per la scrittura di canzoni, poi trasformatasi in relazione amorosa.

Nel tardo 1964 a Page venne offerta la possibilità di sostituire Eric Clapton nei The Yardbirds, ma declinò l’offerta per la lealtà che riservava allo stesso Clapton. Nel febbraio 1965 Clapton lasciò gli Yardbirds, e a Page fu ufficialmente offerto il posto di Clapton; tuttavia Page era riluttante ad abbandonare la lucrosa attività di solista per cui suggerì l’amico Jeff Beck. Durante il maggio 1966, il batterista Keith Moon, il bassista John Paul Jones, il tastierista Nicky Hopkins, Jeff Beck e Page registrarono Beck’s Bolero negli studi londinesi IBC Studios. L’esperienza di quel giorno suggerì a Page di formare una band con John Entwistle al basso (invece di Jones), tuttavia la mancanza di un cantante decente e vari problemi contrattuali imposero un fermo al progetto.

Entro poche settimane a Page fu nuovamente offerto un posto negli Yardbirds e inizialmente suonò il basso, per poi finalmente passare alla chitarra insieme a Beck mentre Chris Dreja divenne il bassista. Il potenziale artistico-musicale di questa formazione era tuttavia minato da continui conflitti interpersonali e dalla scarsezza di successo commerciale. Nonostante la dipartita di Keith Relf e Jim McCarty nel 1968, Page volle portare avanti il gruppo con una nuova formazione. Dopo che Keith Moon venne a sapere che Keith Relf e Jim McCarty avevano lasciato la band, dichiarò che il gruppo sarebbe precipitato come un dirigibile di metallo (go down like a lead zeppelin), suggerendo il nuovo nome della band: Led Zeppelin *( dove lead fu semplificato in led per univocità di interpretazione con il pubblico americano ).

 Led Zeppelin

Con i Led Zeppelin fu protagonista di un successo planetario secondo solo a quello dei Beatles. Nel duplice ruolo di chitarrista e produttore discografico fu uno dei principali esponenti del sound rock di quell’epoca, basato principalmente sull’unione di una Gibson Les Paul ed un amplificatore Marshall. In studio invece, Page preferì spesso usare un amplificatore Supro ed una Fender Telecaster. L’utilizzo di distorsione (Whole Lotta Love), slide (You Shook Me, In My Time of Dying), chitarre acustiche (Gallows Pole, Ramble On) e particolari tecniche di registrazione, fecero dei Led Zeppelin il prototipo di numerose rock band successive. Il particolare assolo della canzone Heartbreaker ad esempio è stato citato da Eddie Van Halen come ispiratore della sua tecnica tapping, da quando li vide in concerto al Forum di Los Angeles nel 1972. (Nonostante l’assolo di Page non contenesse alcuna traccia di questo tapping a due mani.) Page diffuse anche la tecnica che consisteva nell’uilizzare un archetto di violino per pizzicare le corde (sebbene fosse stata creata da Phillips) in canzoni come Dazed and Confused e How Many More Times. Il suo assolo nella famosa Stairway to Heaven è stato votato dai lettori del giornale Guitar World come il più grande assolo di tutti i tempi (greatest guitar solo of all time). Jimmy Page è anche noto per aver preso parte alle note feste selvagge dietro le quinte dei Led Zeppelin. Si vocifera che praticasse il sadomaso e che amasse la compagnia di centinaia di ragazze, ma nella famosa biografia non autorizzata “Il martello degli dei” tutte le principali amanti di Page lo descrivono come dolce ed appassionato. Nel 1973 la groupie quattordicenne Lori Maddox divenne la ragazza di Jimmy.

 Carriera successiva ai Led Zeppelin

I Led Zeppelin si sciolsero nel 1980 dopo la morte del batterista John Bonham. Dopo due anni di stop, volle formare un nuovo supergruppo con ex membri delle band Yes, Chris Squire e Alan White, ma non se ne fece nulla. Fece uno splendido ritorno nel 1983 alla Royal Albert Hall per L’ ARMS Concert(Associazione di ricerca per la sclerosi multipla), un concerto a scopo benefico, durante questo strepitoso concerto parteciparono e suonarono assieme a lui Eric Clapton e Jeff Beck. Page contattò poi Roy Harper per la realizzazione di un album e qualche concerto, suonando un repertorio principalmente acustico in vari festival del folk. Nel 1984, Page registrò con Plant sotto il nome di The Honeydrippers. Seguirono vari altri progetti rock come The Firm, con Paul Rodgers, un lavoro in studio per Graham Nash, Box of Frogs, un album solista Outrider, una collaborazione con David Coverdale in Coverdale-Page, ed un live album ed un tour con i Black Crowes. Inoltre, collaborò con il regista Michael Winner per registrare varie colonne sonore nel 1982 e nel 1985 per Il giustiziere della notte II e III .

I Led Zeppelin si riformarono momentaneamente nel 1985 per il Live Aid con Phil Collins e Tony Thompson che sostituivano Bonham alla batteria. Comunque la band considerò la propria esibizione sottotono e rifiutò di farla incidere su DVD nell’edizione commemorativa ad un ventennio dallo show.

Nel 1994 Page e Plant suonarono per la serie MTV Unplugged. Lo speciale di 90 minuti, fu uno dei più grandi successi nella storia della stessa rete televisiva. Dopo il grande successo del tour nel 1995, Page e Plant registrarono Walking into Clarksdale, il loro primo album insieme dopo il 1979. Page è sempre stato un membro dei Led Zeppelin aperto alla possibilità di riunificarsi.

Dal 1990 è stato ampiamente coinvolto nel rimasterizzare l’intera produzione Led Zeppelin e sta attualmente partecipando a vari concerti di beneficenza, in particolare Action for Brazil’s Children Trust (ABC Trust), fondato da sua moglie Jimena Gomez-Paratcha nel 1998. Nel 2005, Page fu insignito con l’OBE Order of the British Empire in riconoscimento al lavoro di beneficenza dell’ABC, e fu anche eletto cittadino onorario di Rio de Janeiro di lì a poco. Sua figlia, Scarlet Page, è una stimata fotografa.

Ad oggi sono innuverevoli i chitarristi tra i cui principali ispiratori figura il nome di Page, eccone un non esaustivo elenco: John Frusciante, Eddie Van Halen, John Petrucci, Yngwie Malmsteen, Steve Vai, Joe Satriani, Noel Gallagher, Richie Sambora, Andrea Braido, Dodi Battaglia, Edoardo Frasso, Alex Britti, Joe Perry, Dave Murray, Adrian Smith, Slash, Kirk Hammett, James Hetfield e moltissimi altri.

 Aleister Crowley

Page fu molto affascinato dal poeta, romanziere, artista, occultista Aleister Crowley. Egli ha compresso il motto di Crowley, Do What Thou Wilt So Mete It Be (Fa ciò che vuoi così potrai essere), sulla matrice del primo lato dell’album Led Zeppelin III, ed ha comprato la villa di campagna dello stesso Crowley, Boleskine House. Al rilascio del quarto album, alcune interpretazioni della canzone Stairway To Heaven affermavano che contenesse messaggi satanici se ascoltata al contrario.

Ciò che incuriosì particolarmente la gente a riguardo dei rapporti di Page con l’occulto furono i quattro simboli apparsi sul quarto album dei Led Zeppelin, ognuno rappresentante un membro della band. Spesso nei tour successivi al rilascio dell’album egli indossava vari simboli zodiacali cuciti sui propri vestiti (Capricorno, Scorpione e Cancro che probabilmente sono rispettivamente il suo segno solare, ascendente e segno lunare) così come il cosiddetto simbolo ZoSo. Questo stimolò la curiosità di numerosi fan che si adoperarono per scoprire cosa il simbolo significasse.

 Curiosità

  • Nel 2003, la rivista Rolling Stone lo ha posto in nona posizione nella lista dei più grandi chitarristi di tutti i tempi. [1]
  • Quando Jimmy faceva il turnista era conosciuto come Little Jim, cosicché non lo si potesse confondere con Big Jim Sullivan.
  • Page è un fan di “Weird Al” Yankovic, nonostante si sia rifiutato che lui creasse una polka con tutte le canzoni dei Led Zeppelin al suo interno.
  • Page è uscito con molte celebri groupies, come Pamela Des Barres e Bebe Buell.
  • La principale chitarra di Page, una Gibson Les Paul del 1959, venne acquistata ad inizio 1969 dal collega chitarrista degli Eagles Joe Walsh. È stato anche detto che Jimmy Page avesse imparato a suonare lo slide dallo stesso Joe Walsh. Tuttavia, non ha mai ringraziato Joe, cosa da cui Joe è tuttora infastidito.
  • Mentre Page e Jeff Beck suonarono assieme nei The Yardbirds, il trio di Page, Beck ed Eric Clapton non suonò mai insieme nella stessa formazione. Tuttavia i tre chitarristi suonarono insieme sul palco della ARMS nel 1983.
  • Page è stato il soggetto di una canzone intitolata I Hate Jimmy Page (odio Jimmy Page).
  • Page è un buon amico di J.K. Rowling e ha discusso con lei a proposito di molte notizie riguardanti la magia nei suo famosi libri Harry Potter.
  • Benché Jimmy Page abbia registrato per e con molti musicisti famosi, molte sue registrazioni sono unicamente disponibili come bootleg, molti dei quali rilasciati dai fan club dei Led Zeppelin negli anni 1960 e 1970. Una delle tante rare registrazioni include Jimmy Page suonare con il chitarrista dei Rolling Stones Keith Richards la cover di Little Queen of Spades, della leggenda del blues Robert Johnson.
  • Una volta, nel pieno di una tournée dei Led Zeppelin, Page si ferì a un dito della mano sinistra, chiudendolo nella portiera della propria automobile. Dovendo comunque rispettare i concerti previsti, adottò per suonare la “tecnica delle tre dita”.
  • Page ebbe un aspro litigio con il regista Kenneth Anger, il quale gli aveva commissionato la colonna sonora per il film Lucifer Rising. Anger disse che Page aveva impiegato tre anni per produrre 25 minuti di una cantilena inutilizzabile, che era troppo dipendente da sostanze stupefacenti per terminare il suo lavoro e che intratteneva una relazione con la Bianca Signora.
  • Per la prima volta nel 2004 Jimmy Page ha concesso che una canzone dei Led Zeppelin diventasse una colonna sonora, e precisamente “Immigrant song” per il film School of rock.

~ di sorrounded su maggio 17, 2007.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: